Blog

blended learning 1

Formazione. Vantaggi del blended learning.

Pubblicato da Teleskill Italia | 16/apr/2018

Per blended learning s’intende un mix di lezioni in aula tradizionale con integrazioni, o percorsi formativi, disponibili online.

I motivi del sempre screscente successo del blended learning risiedono nelle mutate forme di apprendimento dell’epoca attuale. L’accesso semplificato alla tecnologia (grazie a smartphone, tablet, smart tv, smartwatch) e all’immensa mole di informazioni del web significa che l’acquisizione della conoscenza non dipende più solo da un’istituzione, da un insegnante o da un formatore. Ormai da anni Google fornisce una risposta istantanea alle domande di base, mentre YouTube è diventato il secondo motore di ricerca più utilizzato con tutorial e video informativi su qualsiasi argomento.

Tutto questo ha generato in chi deve apprendere, sia che si tratti di uno studente, sia che si intenda un collaboratore da formare a livello aziendale, la tendenza a essere più autosufficiente e indipendente, con una preferenza verso ambienti di apprendimento collaborativo e un formazione personalizzata e confortevole, a cui accedere da casa, o durante tragitti casa – lavoro.

In pratica, chi studia, oggi si aspetta di avere, oltre alle lezioni in aula tradizionale, un kit, più o meno ampio, di contenuti formativi da fruire via internet. Dato che una parte consistente della vita delle persone si svolge in ambienti digitali, è avvenuto un normale superamento della formazione tradizionale; gli studenti sono sempre meno interessati al processo di apprendimento verticale “docente – discente”, ma si sentono parte integrante del sistema e apprezzano che la tecnologia sia connessa alle loro esperienze accademiche. E che, magari, gli offra esperienze di “sviluppo del talento immediato”, come fa Instagram ad esempio, con filtri e stories, permettendogli di rendere interessanti e apprezzate le foto di tutti i giorni.

Intorno a questi mutamenti, Teleskill sviluppa applicazioni per il blended learning già da diversi anni. Le soluzioni digitali, tutte proprietarie e tutte personalizzabili, sono utilizzate attualmente da diversi Atenei Universitari, ma anche per l’aumented learning, l’apprendimento aumentato.

blended learning 2

I vantaggi per lo studente e per il formatore sono notevoli. Poniamo, ad esempio, che un obiettivo del docente sia aumentare la frequenza alle lezioni in aula e la fidelizzazione a un corso. Utilizzando Web Academy, la piattaforma e-learning di Teleskill, potremmo raggiungere questo obiettivo, attraverso un modulo di classe presenziale; grazie ai dati registrati sul modulo solo chi è stato presente alla lezione può accedere, sul web, ad altri approfondimenti o risorse utili come dispense, accesso a gruppi di social collaboration, brevi video formativi, forum di supporto tra pari basati sul meccanismo di Quora, supporto e tutoring in videoconferenza, contenuti di informal learning e molto altro ancora.

Web Academy è incredibilmente efficace nel supportare metodologie didattiche blended learning perché opera con tutti gli strumenti che le persone, e soprattutto i Millennials, conoscono bene: apprendimento libero e in mobilità, da smartphone o tablet, possibilità di condividere e conversare con chi ha gli stessi interessi o problemi, aggregazione di tutto il materiale in un unico luogo digitale, la piattaforma e-learning, per permettere, anche grazie all’efficiente motore di ricerca interno, di trovare tutto e subito.

Per il formatore sarà poi particolarmente utile la funzione di reportistica delle attività, disponibile sia per singolo utente che per gruppi. Il tracciamento delle attività dell’utente in piattaforma è utile per offrire formazione personalizzata (adaptive learning), comprendere gli argomenti di interesse del singolo o del gruppo, migliorare la proposta formativa, valorizzare i talenti e conoscere attitudini e inclinazioni dei discenti.

COMMENTI